V-Match

Ingrandimenti di immagini video, distribuite su più schermi – con commutazione video, funzione PiP e funzione di zoom in



 

          - DVI & VGA
          - Fino a 1920x1200
          - HDTV
          - Tempo reale

V-Match è un sistema modulare, che consente di riprodurre i segnali provenienti da una o più fonti distribuiti sui diversi display di una parete video. Ogni schermo visualizza una sezione parziale dell’immagine completa. V-Match supporta segnali di ingresso digitali ed analogici, con risoluzioni e formati diversi.


 

Product video V-Match

 

Le caratteristiche tecniche sono descritte nella Presentazione flash (114 KB) o in (609 KB)


Disposizione libera

 


Arco di schermi 

 


Altri esempi

 


 

Vantaggi e caratteristiche speciali

    • Hardware: massima stabilità del sistema, senza necessità di software esterno, nessun procedimento di lancio/avvio, massima compatibilità – è sufficiente accendere e il dispositivo funziona
    • Ingrandimento di più sorgenti video: esiste la possibilità di collegare direttamente due diverse sorgenti video; altre sorgenti video si possono collegare al sistema mediante una matrice video.
    • Estrema compatibilità con le sorgenti video: supporta come sorgente video qualsiasi tipo di lettore multimediale, anche computer e unità DVD.
    • Estrema compatibilità con i display: supporta display pressoché di qualsiasi tipo, con cornici di tutte le dimensioni, quali monitor, proiettori, pareti LED e TV. Consente di compensare tutte le distanze tra i display, realizzando un’immagine naturale, esente da distorsione.
    • Cattura lo sguardo! Ora sono possibili disposizioni dei display assolutamente innovative per video naturali, privi di fenomeni di distorsione: un esempio è la disposizione verticale dei display, che vengono montati uno sopra l’altro, oppure la disposizione orizzontale, con display adiacenti, per creare una prospettiva panoramica estrema; possibili anche la disposizione ad arco o altre forme interessanti, quali croci, simulazioni di lettere, scacchiere e altro ancora.
    • Personalizzazioni: il prodotto permette di configurare una serie di impostazioni predefinite e personalizzabili; il numero delle unità V-Match varia in funzione della quantità degli schermi utilizzati.
    • Funzione di “Zoom in”: è possibile ingrandire qualsiasi sezione parziale del video, che può essere poi visualizzata in interessanti disposizioni degli schermi (ed anche impostata come configurazione predefinita).
    • Funzioni PiP: in una disposizione dei display di tipo 2x2 è ad esempio possibile visualizzare il video “A” su tutti i display e proiettare invece il video “B” in un solo display, nel formato “Immagine in Immagine” (PiP). Anche in questo caso la modalità di riproduzione può essere impostata come configurazione predefinita.
    • Comodità di gestione: le impostazioni predefinite vengono gestite tramite i tasti sull’apparecchio oppure tramite un PC esterno e il software fornito in dotazione.

V-Match combinato con V-Switch quad

La combinazione composta dal V-Match e dal V-Switch quad di HETEC permette di visualizzare contemporaneamente fino ad un massimo di quattro segnali su un singolo schermo nella parete video, ad esempio nella modalità PiP (cfr. foto a destra:  quattro sorgenti video nello schermo superiore destro, che è un elemento della struttura cubica di retroproiezione 2x2). Esiste tuttavia anche la possibilità di rappresentare tutte le quattro sorgenti video di questo canale ingrandite sulla parete video, con le modalità Quad, PiP e Duale. I vantaggi del V-Switch quad consistono nella possibilità di rappresentare quattro diverse sorgenti video contemporaneamente su un unico schermo, occupando tuttavia uno solo dei due ingressi video diretti del V-Match. Il secondo ingresso video diretto del V-Match resta pertanto libero per ulteriori applicazioni.

 

Flessibilità di adattamento ad ogni esigenza
Il V-Match si contraddistingue per una tecnologia modulare, espandibile in qualsiasi momento.
Nella configurazione di base, grazie alle impostazioni predefinite, è possibile controllare i vari display di una parete video.  Al V-Match si possono collegare due diverse sorgenti video, che vengono visualizzate e ingrandite su qualsiasi combinazione di schermi. In opzione, invece dell’immagine intera, è possibile ingrandire anche solo una sezione parziale del segnale video. Quattro impostazioni predefinite, ma configurabili, con rispettivamente due ulteriori funzioni secondarie, consentono la commutazione rapida tra le diverse configurazione. Impostazione e controllo si possono eseguire integralmente tramite i tasti frontali sull’unità principale del V-Match. Nei casi in cui siano predisposte più di 12 impostazioni predefinite, è necessario un ulteriore computer esterno di controllo e un apposito software in dotazione.


Il successivo livello di espansione consente di collegare al sistema un numero illimitato di sorgenti video, con possibilità aperta di visualizzazione e ingrandimento sulla parete a monitor.

Hardware

Il V-Match, quale pura soluzione hardware, consente un montaggio rapido e confortevole e un’elevata stabilità del sistema. Non è necessario installare alcun software. L’unità principale del V-Match può gestire fino a tre display. Qualora siano necessari ulteriori schermi, si possono collegare al sistema le unità di estensione V-Match. Ogni unità di estensione consente il collegamento di un massimo di due display supplementari. I segnali video vengono inviati alle unità V-Match tramite splitter DVI o VGA. Per ogni livello di espansione con più di due sorgenti video è necessaria una matrice video, che connette le sorgenti video a tutte le unità V-Match. In questo caso la matrice video sostituisce quindi gli splitter.


Immagini esenti da distorsione
Nella fase di ingrandimento su più schermi si tiene conto anche delle cornici tra gli schermi stessi, evitando fastidiosi fenomeni di distorsione o le tipiche interruzioni di immagine tra i singoli schermi. L’immagine è quindi naturale e piacevole.
   
Varie modalità video
V-Match supporta diverse modalità video, comprese le risoluzioni HDTV, sia sul lato di ingresso sia su quello di uscita. I segnali analogici e digitali vengono visualizzati in modo fluido, consentendo anche la rappresentazione di immagini in movimento, quali film o animazioni. Anche sul lato di uscita si possono utilizzare unità di emissione analogiche o digitali.
Svariati campi di applicazione
V-Match viene utilizzato nel Digital Signage, per presentare contenuti mediatici digitali dinamici, con strutture di display interessanti e innovative, in centri commerciali, teatri, musei, foyer e in genere in luoghi con vasta affluenza di pubblico, quali aeroporti, stazioni, punti nevralgici del traffico, sfruttando le tecnologie di presentazione in fiere o corsi di formazione. V-Match viene utilizzato anche nella sale di controllo. Piu di applicazione...

Dati tecnici

(Download PDF dati tecnici)

Cassa:

acciaio inossidabile, rivestimento a polvere
dimensioni:
436 x 234 x 44 mm (larghezza x profondità x altezza)
colore:nero (RAL 9005)
kit di assemblaggio da 19 pollici

Interfacce:

per ogni display:
ingresso: 2 x DVI-I (analogico e digitale), (4 per unità)
uscita:
1 x DVI-I (analogico e digitale), (2 per unità)
opzionale:
cavo HDMI DVI (nessun audio, nessun HDCP)

Risoluzioni per ingresso e
uscita:

fino a 1600 x 1200 @ 60 Hz (VGA)
fino a 1920 x 1200 @ 60 Hz (DVI), supporta anche il reduced blanking
compatibilità HDTV:

fino a 1920 x 1080p @ 60 Hz, progressivo

Alimentazione:

adattatore interno c.a., da 100 a 240V, 50/60 Hz

Potenza assorbita:

max. 40 Watt

Temperatura di esercizio:

da 5° a 45° Celsius

Temperatura di deposito:

da -10° a 60° Celsius

Umidità relativa dell’aria:

da 5° a 85%, senza condensa

Peso:

3,2 kg

Certificazioni:

CE, conformità con RoHS

KVM Switch | KVM Extender | DVI KVM Matrix | Multiviewer Multi-Window Video Processor | Video Wall
(c) HETEC Datensysteme